Perché perdo tanti capelli?

Ogni giorno possono cadere dai cinquanta ai cento capelli: si tratta, come già affrontato nell’approfondimento “Caduta capelli: cause e rimedi”, di una condizione assolutamente normale.

Il capello, infatti, ha un ciclo di vita formato da quattro fasi e tra queste si presenta quella della caduta.
Quando, però, la situazione è da considerarsi anomala e fare supporre di perdere tanti capelli?

Vediamolo insieme.

Perdere tanti capelli: sensazione o realtà

Capita, almeno una volta nella vita, di notare più capelli del solito cadere durante la doccia o lo spazzolamento.
Ma bisogna preoccuparsi davvero?
Dipende da differenti fattori.

In alcuni periodi dell’anno, infatti, è possibile riscontrare una perdita più consistente in quanto i cambi di stagione sono strettamente correlati alla necessità dell’organismo di riequilibrarsi in relazione ai mutamenti dovuti al calo/aumento delle temperature, dell’alimentazione e molto più semplicemente delle abitudini quotidiane.

Tutte le variabili appena elencate, infatti, possono avere un importante impatto sulla salute dei capelli e determinare quindi il loro benessere o, al contrario, una perdita massiccia.

Ma quali sono, quindi, i primi segnali d’allarme che potrebbero fare ipotizzare di stare perdendo tanti capelli?
Li riassumiamo in uno schema:

  • assottigliamento dei capelli (primo diradamento)
  • stempiatura: anche se lieve, occorre fare attenzione all’attaccatura
  • chiazze di calvizie
  • prurito persistente al cuoio capelluto
  • caduta di intere ciocche
  • unghie che si sfaldano e spezzano facilmente

Perdere tanti capelli: è davvero una questione maschile?

Perdere tanti capelli è una problematica senza genere né età.
Anche se si tende a ricondurla agli uomini over 50, in realtà interessa anche le donne e persone più giovani di questa fascia.

Non c’è alcuno switch automatico, infatti, per cui un uomo che compie 50 anni debba necessariamente perdere tanti capelli: le dinamiche che intervengono sono trasversali alla mera questione anagrafica.

Cosa è ad entrare in gioco, quindi, quando si nota un diradamento dei capelli?

  • cambiamenti ormonali
  • malnutrizione o carenze alimentari
  • patologie (ad esempio) alopecia areata e calvizie maschile
  • farmaci 
  • particolare inquinamento atmosferico
  • eccessivo stress
  • danni ai follicoli piliferi a causa di trattamenti aggressivi quali extension, stirature, …

Certo, statisticamente risultano gli uomini i più predisposti a perdere i capelli (la calvizie interessa circa il 70% degli uomini e il 40% delle donne), per via del diidrotestosterone (DHT).
Questo
ormone, se presente in quantità eccessive, altera il normale ciclo vitale del capello.

Primavera e autunno: le stagioni in cui si perdono tanti capelli?

Complici anche i contenuti pubblicitari, si tende a credere che primavera e autunno siano effettivamente le stagioni in cui i capelli risentono maggiormente della caduta.
Ma è davvero così?

I capelli cadono durante tutto l’anno proprio perché la loro vita è ciclica e ogni fase ha una durata ben specifica.
Come anticipato, è possibile però riscontrare un particolare indebolimento durante i cambi di stagione a causa dell’irrigidimento o dell’innalzamento delle temperature.

Non solo: anche le ore di luce solare influiscono sul ciclo vitale del capello.

Occorre osservare che il fenomeno non superi le sei settimane in modo da correre subito ai ripari.

Perdi tanti capelli? L’integrazione può aiutare

Il modo per intervenire nel minor tempo possibile e contrastare la perdita dei capelli è di scegliere un trattamento anticaduta mirato.
Lozioni da applicare localmente, shampoo, integratori e fiale: tutti prodotti che possono aiutare a rinnovare la propria chioma senza perdere tanti capelli.

Il suggerimento è sempre di rivolgersi a figure esperte che possano effettuare un esame dell’apparato pilosebaceo e consigliare eventualmente un piano alimentare più idoneo alla propria situazione.

La salute dei capelli, infatti, è sempre collegata a ciò che si mangia e più in generale allo stile di vita.
Ecco perché NGN Healthcare – New Generation Nutraceuticals srl è specializzata in quest’ambito, proponendo un’ampia gamma di soluzioni per contrastare la loro perdita dei capelli e stimolarne la corretta crescita.

Annurmets, con l’estratto di Melannurca Campana IGP® ricco in Procianidina B2 in associazione a rame, selenio e biotina, è la linea completa che dallo shampoo alla lozione e agli integratori alimentari tricologici propone di trattare visibilmente ed efficacemente l’alopecia sia maschile sia femminile.

A dimostrare i suoi effetti, il riconoscimento nel 2016 dell’Oscar Green, grazie all’innovativa ricerca in collaborazione con l’Università Federico II sulle proprietà della melannurca.

Il Professor New Generation ama le coccinelle e il profumo dei capelli a inizio primavera. Parla e scrive come all’Università , ma conosce i segreti naturali per la cura dei capelli e il benessere. Li rivela su questo blog

Articoli recenti
0