Caduta capelli in estate

I cambi di stagione, come abbiamo affrontato nell’approfondimento dedicato, sono momenti in cui i capelli tendono a cadere maggiormente.

E l’estate, in questo senso, è un periodo in cui si può riscontrare una caduta eccessiva.

Perché succede: forse il sole ha un ruolo determinante?
E cosa comporta la caduta dei capelli durante l’estate?

In questo articolo tutte le risposte ai dubbi più comuni.


Quanto dura la caduta dei capelli in estate?

Secondo lo studio scientifico “Seasonality of hair loss” condotto dai ricercatori della Washington University e della John Hopkins, durante l’estate si assiste a un moderato aumento della caduta dei capelli.

Ciò avviene poiché il ruolo dei capelli è principalmente correlato al calore trattenuto, pertanto nei mesi estivi questa funzione viene meno proprio a causa delle temperature più alte.

Si assiste al picco ad agosto, quando tendenzialmente le giornate sono maggiormente afose.

Come già affrontato, in media cadono circa cento capelli al dì, ma durante questo periodo dell’anno il numero può salire proprio per via del caldo.

Si tratta, però, di un fenomeno temporaneo tendenzialmente resta circoscritto senza superare i due mesi di durata.

Il sole fa male ai capelli?

Viene quindi da pensare che il sole faccia male ai capelli e contribuisca attivamente alla loro caduta.
Ma è davvero così?

Certamente l’esposizione ai raggi solari influisce sulla salute dei capelli e della cute, che può risultare indebolita.
Il sole d’estate, come è risaputo, è più caldo e sottoponendosi maggiormente alla sua luce è normale che il cuoio capelluto si disidrati con più facilità.

 

Il risultato?
Capelli che tendono a indebolirsi e a spezzarsi.

Entra in gioco anche la sudorazione che, se eccessiva, può aumentare la produzione di sebo e la conseguente caduta dei capelli.

Come proteggere i capelli durante l'estate?

Il primo rimedio naturale per contrastare la caduta dei capelli è di mantenere la calma.
Spesso si tende ad agitarsi quando si vede la propria chioma assottigliarsi ma è bene sottolineare che questo atteggiamento induce a perdere ancora più capelli: lo stress infatti è nemico del loro benessere.

Oltre a questo “semplice” accorgimento, esistono terapie mirate come lozioni nutritive a rilascio graduale e integratori riequilibranti per promuovere la ricrescita dei capelli.
Si tratta di prodotti a base di, ad esempio, biotina, rame, sali di magnesio, vite rossa e mela Annurca.

La selezione di Ngn propone l’efficace pacchetto AnnurMets, che comprende l’integratore alimentare tricologico in compresse e lo shampoo rivitalizzante anticaduta AnnurMets hair.

 

Altri suggerimenti possono essere:

  • bere molta acqua o integrandola con cibi ricchi di acqua (frutta di stagione come anguria e uva)
  • massaggiare delicatamente il cuoio capelluto una o due volte al giorno
  • ossigenazione del cuoio capelluto (rivolgendosi a centri e saloni abilitati al trattamento)
  • indossare copricapi durante l’esposizione al sole
Una maggiore caduta dei capelli in estate non è causa di calvizie definitiva: l'importante è trattare il fenomeno con i corretti prodotti e atteggiamenti di supporto.

Il Professor New Generation ama le coccinelle e il profumo dei capelli a inizio primavera. Parla e scrive come all’Università , ma conosce i segreti naturali per la cura dei capelli e il benessere. Li rivela su questo blog

Articoli recenti
0